University of Brighton Home University of Sussex Home
University of Brighton & Sussex The quickest route to student accommodation
Message BoardHome SearchStudent AccountHelp and AdviceLandlordsLinks
About Us | Statistics | Unsubscribe | Contact Us | Shopping
Consiglio Brighton & Sussex Consiglio

English French German Spanish Chinese

Aiuto e suggerimenti

Molti di voi penseranno che questa sezione è noiosa e non vorranno dedicarvi molto tempo. Ma è davvero importante leggere questo capitolo e soprattutto prendere nota delle informazioni. È comprensibile: avete trovato una casa proprio a due passi dal vostro pub preferito, la vostra stanza ha persino un letto doppio, e questo è ciò che conta, quindi "la prendete!". Ma attenzione, se non prendere il tempo di valutare la vostra nuova potenziale casa, potreste rimpiangere una decisione affrettata.

  1. Cosa cercare
  2. Sicurezza
  3. Costi di gestione
  4. Contratti
  5. I vostri diritti
  6. Consigli per le donne
  7. Nuova legge sui depositi di locazione
  8. Nuovi certificati di prestazione energetica
  9. Collegamenti Utili

Per ulteriori informazioni, consultare la nuova Guida sugli alloggi per studenti

1) Cosa cercare

L'esterno

  • Il tetto è in buone condizioni e non mancano tegole.

  • Le grondaie e le tubature sono in buono stato.

  • I telai delle finestre sono ben saldi.

  • Le finestre sono integre e non presentano rotture.

L'interno

  • Non vi sono segni di umidità nell'ambiente (macchie nere sulle pareti, tappezzeria che si scolla, intonaco che si scrosta).
  • Non vi sono segni di condensazione (muffa sulle pareti).
  • Non vi sono segni di parassiti (tracce di lumache o escrementi di topi).

Gas ed elettricità

  • Le spine non si riscaldano quando vengono collegate. Ci sono molte prese.
  • Il cablaggio è in buone condizioni e non vi sono cavi sfilacciati.
  • L'impianto del gas è in ordine e non vi sono macchie di fiammate (questo può essere pericoloso). Potete chiedere al proprietario un certificato di sicurezza del gas per verificare quando è stata effettuata l'ultima ispezione.
  • I fornelli sono funzionanti.

Tubature

  • C'è l'acqua calda.
  • I rubinetti funzionano bene.
  • Il bagno e la vasca sono in buono stato e il wc scarica correttamente.
top of page

2) Sicurezza

  • Le porte esterne sono solide e hanno delle serrature a mortisa a cinque barre.
  • Le porte interne hanno tutte delle serrature.
  • Le finestre hanno tutte delle serrature.
  • È presente un sistema antifurto? Usa il tuo potere di contrattazione per farne installare uno. È nell'interesse del proprietario come nel tuo.
  • È presente un sensore di fumo?

Sicurezza

Certificati di sicurezza del gas

Dal 1º aprile 2009, i proprietari sono tenuti per legge a garantire la sicurezza dei dispositivi a gas installati nelle loro proprietà, a eseguire un controllo annuale di sicurezza del gas (effettuato da un tecnico riconosciuto dal Gas Safe Register) e a rilasciare una copia del Certificato di sicurezza del gas a ogni inquilino. I nuovi inquilini devono ricevere una copia del Certificato di sicurezza del gas prima di entrare nella proprietà. I certificati esistenti di sicurezza del gas Corgi saranno validi fino alla data della rispettiva scadenza (anche se la data è successiva al 1º aprile 2009). I certificati di sicurezza del gas rilasciati dopo il 1º aprile 2009 saranno validi solo se il tecnico è registrato presso il Gas Safe Register.

Fare clic su logo Gas Safe per maggiori informazioni

Il Comitato esecutivo per la salute e la sicurezza ha creato una linea di assistenza in materia di sicurezza del gas al numero:

0800 300363

In caso di emergenza, contattare il numero:

0800 111999



Elettricità

Molti proprietari hanno ottenuto un certificato NICEIC che dimostra l'esecuzione di un controllo elettrico nella loro proprietà negli ultimi cinque anni. Pur essendo raccomandabile, questo non è imposto per legge.

Sicurezza antincendi – Mobili e arredamento

Il 1º gennaio 1997 è entrata in vigore l'ultima fase del regolamento 1988 in materia di sicurezza antincendio per i mobili e l'arredamento. Questo significa che i mobili e l'arredamento inclusi nelle proprietà in affitto devono soddisfare la normativa di sicurezza prevista dal regolamento. Tutti i locali della proprietà inclusi appartamenti, monolocali e case in cui la mobilia arredati sono oggetto del regolamento. Il tipo di mobili inclusi dal regolamento sono: qualsiasi mobile rivestito, inclusi sedie, divani, mobilia dei bambini, letti, capezzali (se rivestiti), materassi, cuscini, imbottiture delle sedie, e persino mobilia del giardino, se è rivestita e può essere usata nell'abitazione. I tappeti, le tende e i duvet non sono oggetto del regolamento.

Monossido di carbonio

Se sono presenti dei dispositivi a gas nella casa, i monossido di carbonio può essere un pericolo. È invisibile e inodore, ma può essere letale.

Attenzione a ...

  • Fiammate di gas di colore arancione o giallo (anziché bluastre).
  • Macchie di fumaggine sopra o intorno agli apparecchi.
  • Combustibili solidi che bruciano lentamente o fuoriescono.

Riconoscere i sintomi ...

  • Sonnolenza.
  • Vertigini quando ci si alza.
  • Mal di testa.
  • Nausee e diarrea.
  • Dolori al torace.
  • Mal di stomaco.

Campagna "Monossido di carbonio? Fai attenzione!"

Nell'ottobre del 2008, la Carbon Monoxide Consumer Awareness Alliance ha lanciato una nuova campagna nazionale volta a ridurre il numero di incidenti e fatalità provocati dall'avvelenamento per monossido di carbonio.

Fare clic qui per sapere di più sulla campagna "Monossido di carbonio? Fai attenzione!"

top of page

3) Costi di gestione

Fatture ...

  • Definire chiaramente le spese incluse nell'affitto. Ad esempio, alcuni proprietari includono le fatture dell'acqua e altri no.
  • Se possibile, chiedere agli inquilini precedenti una stima approssimativa delle spese di gas, elettricità e acqua.
  • Fare la lettura dei contatori non appena gli inquilini precedenti hanno lasciato la proprietà.
  • Rivolgersi alle aziende di fornitura dei vari servizi per cambiare l'intestazione delle fatture a proprio nome e decidere eventualmente di co-intestare le fatture insieme al proprietario per condividerne la responsabilità.

Assicurazione

  • Non pensare di poterne fare a meno: il numero di furti nelle case di studenti continua a crescere!
  • Fai un giro per trovare il pacchetto assicurativo più indicato per te.
  • Fai un'assicurazione che include i periodi di ferie.


    Tassa del Consiglio
  • Le proprietà in cui tutti gli inquilini sono studenti a tempo pieno sono esenti. È possibile che ti venga richiesto il certificato che prova il tuo statuto di studente; questo certificato è rilasciato dalla segreteria universitaria dopo aver pagato le rette universitarie.
  • Se uno o più inquilini della tua casa non sono studenti, la casa è tassabile e devi capire se dovrai partecipare al pagamento della tassa.
  • Se non sei sicuro della tua situazioni per il pagamento della Tassa del Consiglio, rivolgiti al Servizio di assistenza per gli studenti.

Canone televisivo

Quando l'addetto ha bussato alla porta, senza dubbio ti sarai trovato di fronte al fatto compiuto. Frasi del tipo: "Credo che sia già passato un suo collega" oppure "Non ne abbiamo bisogno perché siamo studenti" o "Guardiamo solo ITV" porteranno a una risposta del tipo: "Mi scusi, non me ne ero accorto. Mi spiace di averla disturbata e la lascio al suo EastEnders". Ma guardiamo in faccia alla realtà. Gli studenti sono soggetti agli stessi requisiti di licenza di tutti gli altri cittadini. Gli studenti che vivono in una casa, in un monolocale o appartamento devono richiedere una licenza TV. Se vivi in una casa in condivisione è richiesta una licenza per casa se hai un contratto di locazione. Se hai accordi separati con il proprietario dovrai richiedere una licenza a parte. Per maggiori informazioni, contattare: www.tv-l.co.uk

top of page

4) Contratti

Tipo di contratto

La protezione che avrai dipende in gran parte dal tuo stato di inquilino. Gli accordi Assured Short Hold Tenancy Agreement (Inghilterra) e Short Assured Tenancy (Scozia) sono tuttavia i più comuni. Essi possono essere stipulati per un periodo di tempo specifico, ad esempio, un anno accademico, ma in genere non per un periodo inferiore a 6 mesi. Si ricorda che se vivi con il proprietario della casa, non sei "un inquilino", pertanto non dovrai firmare un contratto.

Se vivi in una casa in condivisione, ti può essere chiesto di sottoscrivere una proprietà comune o una proprietà separata. Nel primo caso, sarai responsabile per i debiti e i danni di tutti gli inquilini. Nel secondo caso, in caso di litigio, le parti in causa saranno te stesso e il proprietario, e non coinvolgeranno gli altri inquilini.

Da notare

  • Gli affitti devono essere concordati prima della firma del contratto perché sono un accordo vincolante. Puoi negoziare con il proprietario, escludere alcune clausole contrattuali, ecc. se non sei soddisfatto della proposta del proprietario.
  • Non può dare avviso durante il periodo contrattuale, se non è stata aggiunta una clausola in tal senso al contratto. Se lasci la casa prima del termine stabilito, sarai responsabile (insieme agli altri inquilini) del pagamento dell'affitto restante.
  • Se possibile, far controllare il contratto a qualcuno – Servizio di assistenza agli studenti o Ufficio alloggi. Chiedere sempre una copia del contratto!
  • I proprietari devono soddisfare la legislazione in materia di informazione sullo sfratto e termine delle proprietà. L'avviso di sfratto deve contenere anche le informazioni prescritte. Un proprietario non può semplicemente espellere un inquilino senza una sentenza di corte, la quale è concessa solo in base a determinati criteri. Leggere I tuoi diritti.
top of page

5) I tuoi diritti:

Il tuo proprietario è responsabile di …

  • Riparare la struttura e l'esterno dell'abitazione (inclusi gli scoli, grondaie e tubi esterni).
  • Riparare e mantenere le installazioni di rifornimento di acqua, gas, elettricità e risanamento (inclusi vasche, lavabo, bagni e sanitari, scaldabagno).
  • Avere accesso a un libro degli affitti se richiesto dallo statuto (ad es. se l'affitto è da pagare per settimana).
  • Avere il nome completo e il recapito del proprietario o degli agenti.
  • Avere una copia del Certificato di sicurezza del gas valido (vedere la sezione Sicurezza).
  • Poter usufruire della proprietà in tranquillità (tranne nel caso di emergenze).
  • I proprietari o i loro agenti hanno il diritto di entrare nelle proprietà in ore ragionevoli per eseguire delle riparazioni di cui sono responsabili e controlli e verificare le condizioni e lo stato di riparazione della proprietà. Devono fornire un avvisto di minimo 24 ore per iscritto prima di effettuare un controllo. Sarebbe opportuno definire i termini di accesso e le procedure per le riparazioni nel contratto di proprietà

Le tue responsabilità …

  • Comportarti in modo rispettoso. Ciò significa svolgere le piccole attività domestiche come sostituire una lampadina fusa, sbloccare il lavandino quando è ostruito, pulite le finestre quando necessario.
  • Non danneggiare la proprietà, altrimenti sarai responsabile insieme agli altri inquilini delle riparazioni.
  • Pensa ai rifiuti! Informati sul giorno di raccolta dei rifiuti nel tuo quartiere. Porta fuori il bidone della spazzatura e ritiralo quando è stato svuota. È vietato lasciarlo in strada.
  • Quando esci chiudi tutte le porte e le finestre. Modera le feste e il rumore: i fine settimana sono più indicati e ricordati di avvisare i vicini.
  • Indica al proprietario tutte le riparazioni necessarie (di preferenza per iscritto). La responsabilità del proprietario inizia soltanto quando sono consapevoli di un problema. Se il proprietario non interviene entro un periodo ragionevole di tempo (in base alla natura del problema), rivolgiti al Centro di assistenza degli studenti o all'Ufficio di assistenza dei cittadini.

Molestie ed espulsione illegale

Per farti uscire dalla proprietà, il tuo proprietario deve avviare un'azione legale. Questa include un avviso scritto e il deposito di una richiesta in Tribunale. Se sei espulso dalla proprietà senza tali requisii, il proprietario sta commettendo un reato. Inoltre, se il proprietario (o chi agisce per suo contro) interferisce con la tranquillità e il comfort degli inquilini con visite improvvise, o non eseguendo le riparazioni che sono sotto la sua responsabilità (come elencate di sopra), la sua azione potrebbe ricadere nel reato di molestia.

Se pensi che il tuo proprietario ti voglia espellere, rivolgiti al Student Union Advice Centre, your local Council's Housing Advice Team, or your Council's Anti-Social Behaviour Team. Il Citizen's Advice ha pubblicato un opuscolo intitolato "Protection Against Harassment and Unlawful Eviction".

top of page

6) Consigli per le donne

Per la vostra sicurezza personale, si consiglia sempre di visitare una proprietà accompagnate a un'ora ragionevole. È vero che recarsi nella proprietà verso sera è utile per capire la condizione del quartiere. È importante contattare il Servizio di assistenza degli sutenti se pensi di aver subito soprusi e molestie durante la visita.

Sicurezza:

Seguono alcune indicazioni per valutare la sicurezza di una proprietà.

  • La proprietà si trova in una buona zona?
  • La proprietà si affaccia direttamente sulla strada? C'è una buona illuminazione?
  • Le porte esterne e interne sono sicure?
  • Le porte hanno una chiusura sicura?
  • C'è la catena alla porta? In caso negativo, il proprietario ne può mettere una?
  • Le tende della camera sono trasparenti? Chiedi al proprietario di sostituirle.
top of page

7) Nuova legge sul deposito di locazione (Tenancy Deposit Law)

Case a occupazione multipla (HMO, Houses in Multiple Occupation)

La Housing Act 2004, introdotta nell'aprile del 2006 in Inghilterra e in Galles, è stata create con l'intento di stabilire un mercato residenziale più giusto ed equo per chi affitta delle proprietà. Questa legge include i seguenti principali elementi:

a) Licenza delle case a occupazione multipla (HMO)

Una casa a tre o più piani, occupata da minimo 5 persone, che formano 2 o più nuclei famigliari (per nucleo famigliare si intendono le persone che appartengono alla stessa famiglia), è classificata come residenza HMO in Inghilterra e in Galles ed è soggetta all'obbligho di licenza. La licenza in questione ha l'obiettivo di migliorare gli standard delle proprietà e proteggere gli inquilini più vulnerabili. Qualsiasi edificio occupato da studenti ma gestito o amministrato da un istituto di istruzione superiore, è considerato un HMO ai fini della concessione di licenza. Le autorità locali hanno, a propria discrezione, ma su approvazione del governo nazionale, il potere di classificare altri tipi di proprietà come HMO, vincolandole quindi all'obbligo di licenza.

Per ulteriori informazioni, vedere il link: http://www.communities.gov.uk/publications/housing/licensinghouses

b) Sistema di classificazione della sicurezza e della salute delle case (Housing Health and Safety Rating System - HHSRS)

Si tratta di un nuovo sistema che istituisce lo "standard di idoneità per una casa" e stabilisce se una casa è sana e sicura. Le amministrazioni locali sono autorizzate a eseguire delle ispezioni casuali presso le proprietà per valutare le probabilità di incidenti e lesioni alle persone, calcolati in base a 29 pericoli.

Per ulteriori informazioni, vedere il link http://www.communities.gov.uk/publications/housing/hhsrsoperatingguidance

In Scozia, l'Ordine delle licenze (Licensing Order) ha istituito l'obbligo di licenza per tutte le HMO dall'ottobre del 2000. Per ottenere una licenza, l'HMO deve essere l'unica o la principale residenza di un numero definito di persone che appartengono alla stessa famiglia o a una o all'altra di due famiglie. Il 1º ottobre del 2000, il numero definito era di sei persone o ogni anno viene diminuito fino al raggiungimento del livello minimo, ad es. tre o più. Gli studenti negli alloggi di tipo HMO durante il termine sono considerati come unici o principali residenti ai fini del calcolo del numero di occupanti di un HMO.

Depositi

In genere è richiesto un deposito in caso di danni alla proprietà o all'arredamento. Può servire anche come risarcimento per le fatture non pagate, l'affitto o gli oggetti mancanti. La maggior parte dei proprietari chiedono una somma equivalente a quattro settimane o a un mese di affitto, fino a massimo sei mesi di affitto (soglia prevista dalla legge). Il deposito deve essere rimborsato entro 28 giorni dall'uscita dalla proprietà, se non sono stati riscontrati danni o problemi. Per garantire di riottenere il deposito:

  • Richiedi le istruzioni per iscritto del tuo proprietario con i dettagli di ciò che è incluso nel deposito. Se il proprietario fornisce una spiegazione a voce, scrivergli per confermare i particolari.
  • Richiedi una ricevuta per il deposito pagato.

  • Prepara un inventario completo della mobilia e chiedi al proprietario di sottoscriverlo. Puoi anche scattare dello foto.

  • Tratta con cura la casa e i mobili.

  • In prossimità del termine contrattuale, scrivi al proprietario invitandolo a controllare la proprietà.

  • Conserva tutte le fatture.

  • Quando lasci la proprietà restituisci tutte le chiavi e invia una richiesta per iscritto per riavere il deposito. Conserva una copia della lettera.

Programma di deposito di locazione (Tenancy Deposit Law)

Dall'aprile 2007, i depositi versati dagli inquilini che hanno garantito contratti di affitto a brevet ermine sono tutelati da un programma nazionale che agevola la risoluzione delle controversie derivanti dai depositi.

Esistono due tipi di programmi:

  1. Programma di custodia (Custodial scheme): l'inquilino paga il deposito al proprietario che lo versa nel conto del programma designato. Quando l'amministratore del programma restituisce il deposito all'inquilino o al proprietario, l'importo include l'interesse calcolato sull'aliquota nazionale specificata. In caso di controversia, la questione è riferita al Tribunale che stabilirà la proporzione del deposito spettante a ciascuna parte.
  2. Programmi basati sull'assicurazione (Insurance based schemes): l'inquilino paga il deposito al proprietario il quale lo trasferisce in nel programma designato solo in caso di controversia alla scadenza del contratto. Quando il proprietario e l'inquilino raggiungono un accordo, o il Tribunale emette una sentenza su quanto di diritto a ciascuna parte, il deposito sarà distribuito come dovuto dall'amministratore.

Se il proprietario non versa il deposito nel programma, il programma include una copertura assicurativa sufficiente per indennizzare l'inquilino per l'importo che gli spetta.

Entro 14 giorni dalla ricezione del deposito, il proprietario deve fornire le informazioni rilevanti sulla tutela del deposito. È accertarsi che il programma abbia ricevuto il deposito.

Per ulteriori informazioni, vedere l'indirizzo http://www.direct.gov.uk/en/HomeAndCommunity/Privaterenting/Tenancies/

Fermo

È pagato al proprietario dagli inquilini prospettivi. Il periodo di fermo è parte integrante del contratto (va in genere da luglio ad agosto) quando la casa non è occupata e il proprietario può voler eseguire dei lavori di manutenzione della proprietà. Il pagamento del fermo corrisponde in genere al 50% dell'affitto mensile.

Proteggi il tuo deposito con la nuova legge sul deposito di locazione

Nota: solo Inghilterra e Galles

In genere, l'inquilino che affitta una proprietà è tenuto a pagare un deposito, ma non sempre riesce a riottenerlo quando lascia la proprietà. Attualmente, l'unico modo per riavere il deposito in caso di controversia con il proprietario, è adire a vie legali. Ma quest'opzione può essere costosa, richiede molto tempo e non dà garanzia di riottenere il denaro. Dal 6 aprile 2007, il proprietario è obbligato ad aderire al nuovo programma di protezione del deposito di locazione prima di poter riscuotere il deposito di locazione dall'inquilino. Questo significa che l'inquilino:

  • ha la garanzia di riottenere il deposito se ne ha il diritto.
  • avrà a disposizione un modo per risolvere le controversie sul deposito senza dover procedure per vie legali.

Cosa devo fare se il mio proprietario non vuole tutelare il deposito di locazione?

Se il proprietario non vuole tutelare il deposito di locazione, o non è disposto a comunicare il programma cui ha aderito, l'inquilino è autorizzato a procedere per vie legali. Il Tribunale ordinerà al proprietario il pagamento del deposito o il versamento in un programma disponibile. Inoltre, ordinerà al proprietario di restituire, come forma di multa, una soma pari a tre volte il deposito.

E se ho pagato il deposito prima dell'aprile del 2007?

Sfortunatamente, i proprietari non sono tenuti ad aderire a uno schema di tutela del deposito di locazione se l'inquilino ha versato il deposito prima del 6 aprile 2007. In caso di litigio con il proprietario per il deposito versato, si consiglia di cercare un accordo con il proprietario. Se ciò non è possibile, l'inquilino potrà fare ricorso. Se si sceglie quest'opzione, è importante rivolgersi a un esperto giuridico.

Per sapere di più sulla nuova legge in materia di deposito di locazione, visitare il seguente link.

top of page

8) Nuovi certificati sull'efficienza energetica (EPC, Energy Performance Certificates).

Cos'è un EPC?

Il certificato EPC (Energy Performance Certificate) fornisce a proprietari, inquilini e acquirenti le informazioni sull'efficienza energetica di una proprietà.

Il sistema attribuisce all'edificio un rating di efficienza energetica e sulle emissioni di cabonio standard, che va da "A" a "G", in cui "A" è il voto più elevato e "D" è il voto medio.

Oltre al rating sulla prestazione energetica corrente dell'edificio, la certificazione EPC definisce il rating potenziale che l'edificio potrebbe ottenere (servendosi della stessa classificazione "A" - "G"), se venissero applicate le raccomandazioni fornite nel rapporto. Non è obbligatorio implementare le raccomandazioni del rapporto. Tuttavia, farlo permetterà di ridurre la bolletta energetica e limitare le emissioni di carbonio.

Chi ha bisogno dell'EPC?

Come inquilino che si trasferisce in una proprietà o acquirente alla ricerca di una proprietà, è dovere legale del proprietario esistente fornire un certificato EPC complete, gratuitamente. Questa legge è entra in vigore dal 1º ottobre 2008.

I proprietari e devono produrre un EPC solo per le proprietà autonome, e tale certificato ha validità di 10 anni. Tuttavia, non l'EPC non è obbligatorio quando un inquilino affitta una stanza e condivide la casa.

Nel caso di un gruppo di amici che affittano una proprietà e in cui vi è un unico contratto fra il proprietario e il gruppo, perché il contratto è per l'affitto di tutta l'abitazione, è richiesto un EPC per tutta l'abitazione.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web dell'EPC:

top of page

9) Collegamenti Utili

Carbon Monoxide Kills Carbonmonoxidekills.com
-
Citizen Advice Bureau Housing guide for England - Citizen Advice Bureau Housing guide for England
-
Communities and Local Government - Housing - www.communities.gov.uk/housing
-
Housing Guide - www.housingguideonline.co.uk




Message Board
Click here to contact other students
View Message Board

Accommodation Statistics
View the average prices for the student accommodation in this area
View Stats

Give Feedback

Register Now
Get details of new properties e-mailed directly to your inbox
Register here to get details of new properties e-mailed directly to your inbox



Powered by Student Pad